Caro Dio

Caro Dio, ci hai dato un mondo bellissimo ma era privo di comodità, andando avanti ci siamo accorti che ci servivano tante cose e le abbiamo inventate, autoprodotte e poi sempre migliorate, ora abbiamo tantissime cose e c’è sempre da inventare e produrre. Riusciamo a trasformare la materia, riusciamo a…

Le femmine si toccano

Le femmine hanno bisogno di toccare per riconoscere la vita per riconoscersi per farsi riconoscere per essere vita. Le femmine appena hanno partorito toccano l’essere appena nato accarezzandolo lievemente come un sospiro di vita di meraviglia di incredulità e quell’essere appena nato riconosce quel tocco e in quel momento sa…

spiegami

    spiegami toglimi le pieghe le pieghe dell’anima dove ristagnano i silenzi piegati attorno alle parole non dette spiegami dammi un appiglio un appiglio che sia solido forte come il coraggio di chi resta di chi sa spiegare cosa vuol dire andare spiegami come fare a non piegarmi a…

Il mercatino delle parole

La domenica era un giorno speciale. Gli piaceva alzarsi con calma e prepararsi con attenzione per andare al mercatino. Chiudeva la porta di casa e toccava la tasca dove aveva messo la lista delle cose che gli servivano. Si avviava senza fretta respirando la domenica sempre nuova. Il mercatino era…

Phasor

Un vento non può fermarsi, un albero non può muoversi ma l’amore non conosce la forma delle anime… PHASOR Sono Phasor, sono il tuo vento tu mi hai dato nome Io conosco la tua materia ti racconto del mondo e sposto le nuvole per te Io so quando hai bisogno…

Le spose dei prati

come spose dei prati cantano il loro inno nuziale alla nuova stagione e non importa se sono in bella vista o solitari tra rocce deserte tendono i loro petali di speranza al cielo nuovo si aprono come minuscoli fogli ancora da scrivere i fiori dei mandorli si aprono ovunque tra…

Le campane in cima alla collina

certe sere… quelle sere che neanche l’aria riesce a riempire vado su, in cima alla collina dove le campane salutano il mare ascolto la mancanza di te ho smesso di chiedermi “se…” ho finito tutte le risposte guardo le barche galleggiare nel sole basso e allungo un po’ di anima…

Il pezzettino più raro

mi era sempre piaciuto quel suo modo di discorrere di raccontare quel mondo che vedeva il suo mondo, a volte così diverso dal mio lei aveva quel modo tutto suo di porgerlo era un modo autoritario ma con grazia. credo di essermi innamorato così percorrendo le sue parole ma soprattutto…

Le parole sospese

mi piacevano quelle parole che lasciavo sospese restavano nell’aria attorno come un profumo come una stagione continuavo a respirarle anche dopo tu non capivi quel silenzio il silenzio di quando respiravo le parole sospese poi ho lasciato che le parole cadessero ed è stato facile per tutti le parole che…

Perché nessuno si perde mai.

Una mattina… gli uomini si svegliano e sono più poveri non dipende da quanto poco hanno ma da ciò che credono di aver perso. Gli uomini più poveri sono quelli che hanno perso altri uomini eppure nessun uomo si perde mai se lascia una traccia dietro di sé. Una mattina……