Latin lover

aveva occhi che ridevano e campi estesi di solitudini dove coltivava bugie e grandi amori aveva laghi di silenzi dove non entravano neanche le sue amanti ma donava loro, meravigliose parole usate aveva grandi tasche con dentro pezzi di poesie e rancori antichi amava sfidare…

Una memoria buona

dormo poco ormai, la notte mi sveglio con l’ansia più che ansia è paura paura di non ricordarti mi asciugo il sudore e cerco il tuo volto nel buio cerco il tuo sguardo cerco te nelle cose arraffo il bicchiere con l’acqua bevo facendo un…

Anima senza

Era, a prima vista, come una specie di “anima senza” senza porte senza finestre senza vita aveva muri scrostati aveva mattoni rotti aveva l’eco dei passi di chi non ha paura di entrare aveva, da una ferita, un ramo di pianta che indomito, incurante della…

Nel momento prima dell’alba

mi piacerebbe, vorrei tanto ascoltare ancora le tue parole sentire la tua risata che faceva eco dentro di me e mi portava in posti che solo tu conoscevi. adesso guardo tutte le mie parole lasciate a metà quelle rimaste ai piedi del letto come coperte…

Le femmine si toccano

Le femmine hanno bisogno di toccare per riconoscere la vita per riconoscersi per farsi riconoscere per essere vita. Le femmine appena hanno partorito toccano l’essere appena nato accarezzandolo lievemente come un sospiro di vita di meraviglia di incredulità e quell’essere appena nato riconosce quel tocco…

Phasor

Un vento non può fermarsi, un albero non può muoversi ma l’amore non conosce la forma delle anime… PHASOR Sono Phasor, sono il tuo vento tu mi hai dato nome Io conosco la tua materia ti racconto del mondo e sposto le nuvole per te…

Le campane in cima alla collina

certe sere… quelle sere che neanche l’aria riesce a riempire vado su, in cima alla collina dove le campane salutano il mare ascolto la mancanza di te ho smesso di chiedermi “se…” ho finito tutte le risposte guardo le barche galleggiare nel sole basso e…

Il cormorano

oggi, giornata grigia e ventosa la pioggia arriva a tratti come ricordi malinconici il mare si gonfia e si arrotola inventando riccioli bianchi si infrange sugli scogli e si allunga sulla spiaggia. guardo, oltre le sedie vuote del bar, il mare e le sue volute…

La nenia della neve

rimase ad ascoltare la neve che copriva le cose rimboccava le coperte ai piedi delle case posava candidi cuscini sui tetti sulle panchine solitarie. era una nenia quella notte di neve poteva quasi crederci che ci fosse qualcuno qualcuno che avesse cura del suo mondo…

E buonanotte ai morti

e buonanotte ai morti, ma ai morti per davvero, quelli morti per sempre, quelli dimenticati perché sono morti quando il mondo era distratto da altro quelli che hanno il nome uguale per tutti: vittime quelli che fanno parte di un totale quelli che servono per…