Il Giovedì Santo

“Cu nnappa nappa re cassati i Pasqua” [“chi ne ha avute, ne ha avute delle cassate di Pasqua” ] All’alba del Giovedì Santo passava per le vie del paese a ricuttara, la moglie del massaro, che vendeva le ricotte e portava il latte di porta…

15 marzo 2018: debutto di isabel.

ieri sera, 15 marzo 2018, teatro italia, scicli: debutto di isabel. proverò a descrivervi il silenzio che è calato quando si sono spente le luci. tra la musica e il sipario che si apriva, la meraviglia degli spettatori per la scenografia curata nei minimi particolari, dai…

Taci!

Il treno fischiò in lontananza e lei pensò la stessa cosa che pensava da anni. Sistemò meglio il piccolo che le succhiava il seno e guardò lontano senza vedere nulla. Teneva il bimbo con un braccio solo, era avido, era maschio. Rimase ferma con il…

Belle, coraggiose e forti

  Oggi 9 Marzo. Anche quest’anno la festa della donna è già trascorsa. Le mimose possono tornare a essere solo mimose, ad abbellire giardini e viali. Le donne possono tornare a fare le donne. Ieri è stata tutta una profusione d’auguri, come da protocollo. Ovunque…

Chapeau, Aldo Motta

Era una di quelle rare persone che hanno attenzione. Parlava e raccontava di mille cose ma senza mai trascurare chi aveva di fronte. Aveva un fascino antico, come un mobile d’altri tempi che il tempo e gli uomini hanno segnato senza riuscire a scalfirne realmente,…

Su un tovagliolino di carta

Su un tovagliolino di carta

  C’era un tovagliolino piegato a metà aspettando il caffè l’ho aperto: Amo te perché hai capito che volevo essere amata così. Al di là del vetro uomini con i loro volti e le loro storie mi passano davanti. “Amo te perché hai capito che…

La pioggia era passata

Veniva giù quella pioggia di primavera… hai idea di quello che succedeva quando pioveva e io ero ancora in quella casa? Non credo che tu possa farlo, capire, intendo. Tu venivi quando c’era il sole e i mobili erano stati lucidati, entravi con il tuo…

Amanda

Respira Amanda sospira ricordi bagnati di pioggia odori, umori, effluvi di cielo e di terra femmina terra che nutre quei rami protesi domande gridate a un cielo troppo lontano Respira Amanda pioggia e parole sospese promesse bugiarde incapaci di resistere al tempo d’autunno, alla liquida…

Le stelle di Minicuzza

Minicuzza era andata a servizio dal barone Mussomeli Gianforma due estati prima, dopo la mietitura. Essendo l’ultima arrivata, a lei toccavano tutte le faccende che le altre non volevano fare, così non arrivava al tramonto che già crollava. Veramente lei dormiva ovunque appena ne aveva…