Vuoi che ti presti un amore?

– Perché sei triste?
– Non lo so, forse non è proprio tristezza, è una specie di malinconia.
– Vuoi che ti presti un amore?
– Cosa?
– Vuoi che ti presti un amore?
– Come si presta un amore?
– Te lo racconto, te lo racconto come se fosse tuo, cercherò di raccontartelo così bene che alla fine sarà tuo per davvero.
– Ma non è vero.
– Neanche la tua tristezza lo è, è solo un momento, se lo riempiamo con un amore poi passa.
– E se non funziona?
– Andiamo a prendere un gelato, vero.
– Ok, racconta.