vorrei…

vorrei…
vorrei… non so
eppure vorrei tante cose
e forse nessuna veramente
vorrei un tuffo al cuore
un battito sospeso
una scintilla di follia
che si dondoli tra i pensieri seri
vorrei quel profumo che mi faccia sorridere
o forse un tocco delicato che segua la linea del mio naso
e prosegua senza fretta lungo i bordi delle labbra
vorrei il suono del mio nome pronunciato lentamente
come di chi va via o di chi sta tornando
vorrei il fischio di un vecchio treno e un bigliettaio gentile
che mi stacchi un biglietto per chissadove
vorrei che la gente regalasse emozioni
di quelle che rimangono sulle punte delle dita
negli angoli degli occhi
e che l’anima avvolge come ricordi caldi
in quel piccolo per sempre che si chiama vita

vorrei saper regalare magici fiocchi di emozioni