Un semplice pomeriggio d’autunno

Fuori il vento colorava di rosso e di giallo

quel semplice pomeriggio d’autunno.

Gialla, la mia cucina era di un giallo solare,

denso di parole e di persone che erano passate

come viandanti in sosta, lasciando un po’ di sé.

Sei entrato nella mia cucina gialla

tenendo in mano un mazzetto di piccole margherite blu.

Ridendo hai detto: – Mi sono innamorato di te.

Ho sorriso: – Astri, si chiamano astri, i tuoi fiori blu.

Sono andata a prendere un vaso per i tuoi fiori blu

mentre tu facevi il caffè nella mia cucina gialla.

Sono tornata con un bel vaso rosso per i tuoi fiori blu.

Sul tavolo c’era solo una tazza

accanto le piccole margherite blu.

Sul vetro della finestra con un pennarello rosso

avevi scritto “è bellissimo essere innamorato di te”

Oltre il vetro, fuori, il vento colorava di rosso e di giallo

quel semplice pomeriggio d’autunno.

L’aroma del caffè riempiva la stanza di altre parole.

Fuori, un uomo andava lungo il viale

camminava tra le foglie rosse e gialle

in quel semplice pomeriggio d’autunno

in tasca aveva una piccola margherita blu.