Striscia di luna

 

c’è una striscia di luna
in un cielo d’estate
accenderò delle stelle
per farle compagnia
lustrerò il mare
così si potrà specchiare
e se si sentirà sola
starò sveglia e le racconterò
favole di uomini
favole che non parlino d’amore
perchè non possa sognare di incontrare
un satellite o un pianeta o una stella
che sia stata fatta per lei

la luna, può solo guardare
le notti attorno al mondo
le racconterò storie allegre
filastrocche bislacche
aspetterò che il suo sorriso
faccia il giro del cielo
e poi riposi finalmente
di un sonno sereno

la sera dopo il suo sorriso sarà
un po’ più grande
fino a quando sarà completa
e allora alla luna adulta
non servirà mentire
saprà di essere sola
in un cielo di notte
con stelle lontane
con pianeti bui e freddi
e piano piano vorrà tornare piccola
fino a dimenticare il buio
fino a ritornare timidamente sorridente
in un altro cielo
con la voglia di ascoltare le favole
le filastrocche bislacche
che non parlino d’amore