Il viaggio

avevo letto tante belle parole
nel corso del mio viaggio
mi ero persa dentro lo spazio tra una parola e l’altra
avevo respirato quelle parole di aria e di venti
mi ero arrampicata sulle colline dei discorsi
seguendo consonanti panciute e ansimanti

e mi ero crogiolata al sole con i silenzi delle parole pensate
e avevo giocato tra le onde delle allegre vocali
e quando era arrivata la notte
avevo lasciato che parole di sogni accendessero
stelle di ricordi e speranze di giorni nuovi
e questo è ancora il mio viaggio
consonanti e vocali
e meravigliosi o orribili
spazi tra le parole
le parole che cerco
quelle che hanno trovato me
io sono un mare di parole
e per quanto ne possa spargere e donare
ho bisogno di parole sempre
e lettere e vocali e spazi
per esistere
per far esistere il mondo
le parole che non hanno confine
le emozioni
mi fanno esistere oltre il mondo
INFINITO
una parola magica
solo un po’ meno di AMORE
e scivolo dentro un’abbraccio
di lettere e vocali
e mi chiudo dentro una pagina
che sento mia
prima di sfogliare ancora nuove mie storie