Il pensiero felice

  – Cosa fai ancora attaccata al quel ramo? Sono tutte andate via. – Io aspetto ancora un po’. – Cosa aspetti? – Che il ghiaccio si sciolga. – Ma la primavera è lontana, avrai giorni di freddo, di gelo, il vento ti sferzerà, cercherà di strapparti, lasciati andare adesso….

Daniela Carrasco e tutte le donne come lei.

Quando un uomo, una donna, un essere umano, quando uno stato, un governo, non ha le parole per far valere le proprie ragioni, quando non ha parole e usa la violenza HA GIÀ PERSO. per lei e per tutte le donne come lei quelle che fanno tanta paura che bisogna…

Il palloncino blu e l’Alter Ego

C’era una volta un palloncino blu, scappato dalla mano di qualcuno. Volò velocissimo verso qualcosa, in effetti non sapeva neanche dove stesse andando, ma grande fu la sua sorpresa quando si fermò. Cercò di capire chi lo stesse tenendo, rischiando di esplodere, si piegò verso il basso e vide il…

Un semplice pomeriggio d’autunno

Fuori il vento colorava di rosso e di giallo quel semplice pomeriggio d’autunno. Gialla, la mia cucina era di un giallo solare, denso di parole e di persone che erano passate come viandanti in sosta, lasciando un po’ di sé. Sei entrato nella mia cucina gialla tenendo in mano un…

E buonanotte ai morti

e buonanotte ai morti, ma ai morti per davvero, quelli morti per sempre, quelli dimenticati perché sono morti quando il mondo era distratto da altro quelli che hanno il nome uguale per tutti: vittime quelli che fanno parte di un totale quelli che servono per dare credibilità alla tragedia quelli…

L’amore è di momentanea natura

  Il terzo bottone del paltò era dello stesso rosso cupo dei mattoni della chiesa. Doveva essere stato un bel paltò elegante, anni prima, di un bel panno spesso color fumo di Londra con quella fila di bottoni neri tranne il terzo. Proprio quel terzo bottone attirava tanto l’attenzione su…

Amanda

Respira Amanda sospira ricordi bagnati di pioggia odori, umori, effluvi di cielo e di terra femmina terra che nutre quei rami protesi domande gridate a un cielo troppo lontano Respira Amanda pioggia e parole sospese promesse bugiarde incapaci di resistere al tempo d’autunno, alla liquida malinconia al tintinnare di un…

Giorni d’autunno.

L’alba arrivava lenta con il ritmo degli zoccoli sul selciato e gli scossoni del carretto carico di sogni interrotti. Avanzava la carovana ancora silente. Dormivano i piccoli, tra sacchi di iuta e gerle intrecciate da vecchie mani esperte. Fingevano di dormire i giovani, un po’ per non essere spronati, un…

25 settembre, più o meno, alle tre del pomeriggio.

Quell’anno l’autunno cominciò il venticinque settembre, più o meno alle tre del pomeriggio. L’estate era stata turbolenta, picchi di caldo e improvvisi acquazzoni, il vociare di quella stagione dai sapori dolci e salati senza mezze misure. D’un tratto, quel venticinque settembre, poco prima di mezzogiorno, calò il silenzio. Era un…

Turistafaidate

Una domenica mattina di inizio settembre, dopo aver camminato per due chilometri e mezzo e attraversato un canale con una chiatta, una turistafaidate arriva nel cuore della città. È un cuore strano, batte un ritmo cantilenante, di tamburi e campane. Lasciato il lungomare si addentra nelle vie. Meravigliose chiese di…