27 Gennaio 1945

    mia nonna diceva che ogni giorno è una scatola è compito nostro scegliere cosa metterci dentro è nostra cura scegliere le cose preziose da tenere e non riempire la scatola con ciò che potrà ferirci essere d’impiccio o inutile. era una cosa che tenevo bene a mente, ogni…

Il vento del mare

era il vento del mare che entrava dalle finestre. quando ero arrabbiata le chiudevo con forza e il vento del mare s’intrufolava sotto le porte. presi quella casa sugli scogli dove soffiava sempre il vento del mare. a volte odiavo il vento del mare che presuntuoso prendeva ogni spazio riempiendolo…

Senza barare

come si fa a raccontare a un bambino la vita… come si indica ciò che è buono da ciò che non lo è senza barare senza barare con noi stessi senza citare ballate antiche dove il bene vince sempre come si fa ad insegnare a un bambino che la vita spesso…

Il regalo più bello

  Il Natale arriva fuori, nelle strade. Fiocca morbido sui tetti delle case, a volte, arriva piovigginando ricordi, sui vetri delle finestre. Dentro le case, gli uomini fanno arrivare il Natale e, a volte, per farlo arrivare meglio, stanno insieme. A Natale, a volte, gli uomini parlano di pensieri che…

Buon Anno!!!

e quindi siamo alla fine di questo anno odio cordialmente fare i bilanci e passo avanti è andata… in qualche modo è andata e siamo qua scatole di kleenex vuote, ombrelli smarriti, ventagli dimenticati, giacchette lasciate chissà dove, siamo noi, con le nostre foto incorniciate qua e là su vecchi…

La notte di Natale

    Io sono l’altra… quella che sta dietro “agli straordinari”, “alle riunioni”, “alle cene di lavoro”, “ai corsi di aggiornamento”. Io sono quella che ha i regali più costosi e i tempi commerciali. Io sono quella che ha le feste comandate racchiuse in messaggi passionali mandati dal bagno di…

vorrei…

vorrei… vorrei… non so eppure vorrei tante cose e forse nessuna veramente vorrei un tuffo al cuore un battito sospeso una scintilla di follia che si dondoli tra i pensieri seri vorrei quel profumo che mi faccia sorridere o forse un tocco delicato che segua la linea del mio naso…

L’aria di Natale

L’aria di Natale era come quel motivetto che viene voglia di canticchiare appena svegli e senza un perché rimane in testa per tutto il giorno, a me rimaneva per tutto il tempo delle feste.  La nota d’inizio era data da: “Quando arrivano?” Il Natale a casa mia, iniziava dal giorno…

Le tazze azzurre

  La zia Rosina aveva delle tazze azzurre per il caffè della colazione. Non erano le tazzine importanti del servizio di porcellana fine, quelle che usava quando venivano le amiche nei lunghi pomeriggi invernali. Le tazze del mattino erano di ceramica, tutte azzurre senza decori, stavano su dei piattini spaiati,…

Una storia di Natale

  lui sbuffava sempre quando sbucava subito dopo la curva ed era così bello che cominciò ad aspettarlo e, un giorno, si rese conto di essersi innamorata. per farsi notare agitava al vento i suoi rami pieni di fiori lui, passandole accanto fischiava e sbuffava il suo fumo. erano pochi…